Torta mimosa al limone

La torta mimosa è il dolce tipico della festa delle donne coperto da piccoli pezzi di pan di spagna che ricordano il fiore della mimosa sia per la forma che per il colore giallo . L’ 8 marzo di ogni anno si celebra la giornata internazionale delle donne in cui si ricordano sia le conquiste sociali, economiche e politiche, sia le discriminazioni e le violenze di cui le donne sono state e sono ancora oggetto in quasi tutte le parti del mondo .  La mimosa è il fiore simbolo di questa festa nata nel 1911 negli Stati Uniti e celebrata in Italia per la prima volta nel 1922. La scelta fu effettuata  nel 1946, quando Teresa Masi, dirigente dell’Unione Donne Italiane, scrisse a Pietro Longo: “Scegliamo un fiore povero, facile da trovare nelle campagne” .

La torta mimosa non è complessa , pan di spagna farcito con crema e spesso vengono aggiunti pezzi di ananas . Io ho scelto una crema al limone molta fresca , leggera e senza latte .

Ingredienti per 8 persone :

  • 1 pan di spagna 24 cm di diametro o panettone senza canditi ne uvetta
  • Per la crema 
  • 120 ml di acqua
  • 30 g di burro
  • 30 g di amido di mais
  • 150 g di zucchero
  • 2 limoni non trattati succo e bucce
  • Per la bagna
  • 100 ml di acqua
  • 50 g di zucchero
  • 50 ml di liquore Strega o limoncello o rum
  • Per decorare 
  • pasta di zucchero di colore violetto
  • foglioline di menta fresca
Preparazione
Pan di spagna

Per un perfetto  pan di spagna seguire la ricetta di questo blog cliccando nel link tra le freccette <<  Pan di spagna  >> .

La crema

Preparare la crema mettendo in una piccola pentola l’acqua , il burro , l’amido di mais , lo zucchero , il succo di 2 limoni e le bucce in parti grosse facendo attenzione a non prendere la parte bianca . Mescolare bene con una frusta e cuocere fino ad addensare , ( mescolando spesso ) ci vorranno circa 10 minuti .

Quando la crema sarà pronta togliere le bucce di limone e lasciar intiepidire a temperatura ambiente .

Nella realizzazione di questo dolce ho utilizzato un panettone senza canditi ne uvetta avanzatomi da Natale ( in confezione integra e con data di scadenza lunga  ).

Assemblaggio

Se volete seguire la mia idea togliete la parte superiore del panettone composta da mandorle , granella di zucchero e glassa . Eliminate anche la parte esterna più scura laterale e della base ( rovinerebbe l’estetica del dolce ) e tagliare a fette di circa 1,5 cm .

Foderare con pellicola trasparente una teglia di 24 cm di diametro , disporre le fette creando una base .

Tagliare alcune fette in rettangoli e rivestire tutto il bordo della teglia .

Versare la crema ancora tiepida , lasciandone un quarto da parte ,  chiudere il dolce con altre fette di panettone , coprire con pellicola e far rapprendere in frigo per 30 minuti .

Riprendere il dolce , togliere la pellicola in superficie e sformare mettendolo in un piatto da portata . Sfilare quindi la teglia e tutta la pellicola .

Scaldare la crema restante con un goccio d’acqua ( poiché raffreddandosi tende a gelificare ) e stendere su tutto il dolce , sia in superficie che al lato .

Prima che la crema si raffreddi applicare piccoli cubetti di panettone stando attenti a non lasciare spazi vuoti .

Decorazione

Decorare con fiorellini di pasta di zucchero e foglioline di mente fresca . Servire dopo almeno 1 ora e 30 di riposo in frigo .

Buona festa delle donne !!!

 

 

N.B.

Il panettone che ho utilizzato era molto morbido e non è stato necessario bagnarlo , ma se utilizzate il  pan di spagna è necessario utilizzare la bagna .

In un pentolino sciogliere lo zucchero nell’ acqua , portare a bollore , a fiamma spenta aggiungere il liquore e far raffreddare. Bagnare il pan di spagna prima di farcire .

Se ti piacciono le mie ricette seguimi sulla pagina facebook La dolce cucina di Sina  https://www.facebook.com/La-dolce-cucina-di-Sina-1532789743681255/?ref=aymt_homepage_panel  con un mi piace o commentando ( anche solo con una faccina ) resterai sempre aggiornato , se ti fa piacere condividi .

 

Grazie per essere entrato/a nel mio blog !!! 🙂

 

 

Share Button
Precedente Ziti al ragù di lenticchie rosse Successivo Farinata di ceci