Pesto alla genovese

Il pesto alla genovese è una delle salse che maggiormente rappresenta la cucina italiana  . L’ elemento principe è sicuramente il basilico che deve essere fresco , appena raccolto . In liguria , regione natia del pesto , le foglie sono molto piccole e conservano il caratteristico colore verde vivo .

La preparazione originale avviene a freddo ovvero  “pestando ” gli ingredienti al mortaio con il ” pestello ” così da non perdere le proprie peculiarità organolettiche .

Per diverse ragioni sono ormai poche le persone che utilizzano il metodo tradizionale , oggi nelle nostre cucine e nelle industrie soprattutto si utilizzano frullatori che ossidano le foglie di basilico , quindi se il vostro pesto risulta scuro non vi preoccupate , non avete sbagliato nulla 🙂  Ma andiamo alla ricetta :

Ingredienti per 6 persone

  • 80 g di foglie di basilico
  • 50 g di formaggio Parmigiano
  • 30 g di formaggio pecorino sardo
  • 30 g di pinoli
  • 1 spicchio d’aglio
  • sale grosso q.b.
  • 130 g di olio evo

Preparazione :

Lavare le foglie di basilico in acqua fredda e asciugarle delicatamente con un panno .

Se utilizzate il metodo al mortaio , iniziate a pestare prima l’aglio poi il basilico con il sale grosso , i pinoli , i formaggi precedentemente grattugiati ed infine l’olio , con movimenti rotatori del pestello contro le pareti del mortaio fino ad ottenere una crema fluida ed omogenea .

Se invece usate un frullatore inserite nell’apposito recipiente tutti gli ingredienti tranne l’olio nell’ordine precedente , poi raccogliete il trito ed unite l’olio extra vergine di oliva e mescolare .

Il pesto alla genovese è pronto !!!

 

 

Consiglio della zia genovese : 

Per un buon piatto di pasta al pesto ponete sul fuoco una pentola capiente con dell’acqua , quando bolle unire 250 g di patate pulite e tagliate a dadini e 200 g di fagiolini lavati , spuntati e tagliati a metà . Quando patate e fagiolini sono cotti , scolateli e nella stessa acqua cuocere 500 g di trofie ( pasta fresca tipica ligure ) , a cottura ultimata scolare la pasta e condire con il pesto appena fatto e servire .

Con questo piccolo trucchetto la pasta avrà un sapore particolare , più gustosa ed in più un contorno di fagiolini e patate da condire semplicemente con sale e olio evo .

 

 

Se ti piacciono le mie ricette seguimi sulla pagina facebook La dolce cucina di Sina  https://www.facebook.com/La-dolce-cucina-di-Sina-1532789743681255/?ref=aymt_homepage_panel  con un mi piace o commentando ( anche solo con una faccina ) resterai sempre aggiornato , se ti fa piacere condividi .

 

Grazie per essere entrato/a nel mio blog !!! 🙂

Share Button
Precedente Caffè al cucchiaio Successivo Seppie affogate